Acero: ultimo arrivato

Domande e risposte sui problemi che si possono incontrare durante la lavorazione dei bonsai.
Aiutiamoci vicendevolmente!!!
Forum per coltivazione a livello base
Rispondi
stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » ven feb 05, 2021 1:16 pm

Ciao,

circa un mese e mezzo fa ho acquistato presso un vivaio di soli bonsai questo acero:
WhatsApp Image 2020-12-21 at 10.27.31.jpeg
WhatsApp Image 2020-12-21 at 10.44.21.jpeg
il suo piede non mi convince a pieno, dal vivo sembra meno accentuato ed è dovuto dal fatto che parte subito la diramazione principale.

Oggi le gemme si presentano in questo modo
20210205_104302.jpg
20210205_104309.jpg
20210205_104317.jpg
credo che al massimo metà febbraio faccio la puntatura (più che altro una spuntatura) e aggiustamento. Poi vorrei mettere dei tiranti per abbassare leggermente alcuni rami.

Il venditore mi ha detto che il rinvaso lo posso fare tranquillamente il prossimo anno.

La pianta secondo me l'ho presa ad un ottimo prezzo (70€), credo che per dimensione e forma (il vaso è circa 28x16 interni) valga molto di più.
E' un acero palmato, ma non ricordo la varietà (me lo ha detto, ma mi è passato di mente, la prossima volta glielo ridomando).

Pensate ci sia qualche altra operazione da fare? (A parte un eventuale margotta, che non farei comunque nel breve periodo - 2 o 3 anni almeno).

Ogni consiglio è bene accetto.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
1

Alex 81
Messaggi: 28
Iscritto il: dom mar 19, 2017 9:58 am
Località: Torino

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da Alex 81 » ven feb 05, 2021 9:50 pm

Ciao, dunque, qui devi scegliere che stile vuoi adottare.Se scegli x un doppio tronco devi margottare il più vicino possibile al primo ramo, in questo stile è essenziale che la biforcazione padre/figlio parta dal nebari, nel tuo caso credo il vero piede della pianta sia più interrato.
Se opti per un moyogi il primo ramo deve saltare, troppo basso , sono concessi solo su piante con un nebari molto grosso.
Poi c’è un problema, alla prima curva ci sono tanti rami che partono da un solo punto, ti stanno creando un difetto a livello di conicità della pianta nel senso che si sta ingrossando troppo in quel punto.
Quindi prima di agire studiala bene valuta bene tutte le opzioni.
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » ven feb 05, 2021 11:21 pm

L'intenzione è quella di fare sicuramente il tronco doppio. Ok per la margotta, ma non vorrei farla ora.
Ho un'idea di dove tagliare, ma essendo alle prime armi con la pratica dell'impostazione mi sento un po spaesato.
Dove taglieresti?

Io avevo pensato così:
Impostazione.jpeg
Dove i rossi dove sarei intenzionato a tagliare subito, in blu la margotta ed in verde un eventuale altro taglio per dare un buon movimento alla pianta in pseudo stile eretto informale.

Comunque ha del potenziale come pianta vero?
L'ho pagata il giusto?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » sab feb 06, 2021 1:53 pm

Potrei anche pensare di fare una margotta al posto del taglio grosso come evidenziato dal colore fucsia
Impostazione_2.jpeg
Al momento sono molto confuso e sto cercando di fare progetto di impostazione...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » sab feb 06, 2021 8:17 pm

Questa potrebbe essere una versione, ho provato a togliere virtualmente qualche ramo...
Impostazione_3.jpg
Però mi sembra che ci sia un vuoto a destra e mi manca la triangolarità
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

Alex 81
Messaggi: 28
Iscritto il: dom mar 19, 2017 9:58 am
Località: Torino

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da Alex 81 » sab feb 06, 2021 11:05 pm

Prima di fare qualsiasi intervento studiala bene.
Anch’io farei un doppio tronco, è la strada più adatta.
Quindi se decidi di fare il due tronchi, fai una selezione dei rami che non servono al progetto dai una sfoltita nel punto dove hai un sacco di rami tieni quelli con gli internodi più corti.
Quando tagli i rami non stare mai a filo ma lascia sempre un cm , più in là tagli a filo per evitare ritiri di linfa.
Poi verso maggio puoi margottare , se tutto va bene avrai già un bel materiale.
Il prossimo anno lavorerai sulla ramificazione, se manca qualche ramo farai degli innesti.
Non avere mai fretta , pianifica gli interventi anno dopo anno.
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » dom feb 07, 2021 10:25 am

Grazie Alex,

di sicuro non avrò fretta soprattutto per il fatto che ho molta paura di fare danni. E' la prima pianta che si può quasi definire bonsai.
Sicuramente ci sarà da fare molto lavoro.

La margotta che tu dici di fare verso maggio è quella alla base o quella che pensavo di fare sui rami?
l'ipotesi di progetto che ho fatto con l'ultima foto per te è valido?

Quindi il fatto che li mancherebbe qualcosa lo risolverei facendo un innesto. Ho visto dei video in cui con un trapano fanno un buco nel tronco ed infilano il ramo chiudendo il tutto con del mastice: sarebbe la via corretta di fare l'innesto?
0

Piercosi
Messaggi: 1779
Iscritto il: sab set 09, 2017 10:46 am
Località: Camerata Picena (AN)

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da Piercosi » dom feb 07, 2021 12:08 pm

Valuterei di eliminare il ramo che tu lasci come primo, e creare il primo ramo con uno di quelli che vorresti eliminare. Questo perché, in questo modo, il primo ramo si andrebbe a trovare esattamente sull'esterno di una curva... Dal tuo progetto invece risulta un po' sotto la curva...
Per la eventuale futura margotta al colletto, credo che non avrai alcun problema a farla... Probabilmente, dato il diametro dei tronchi, basterebbe anche uno strozzo col del filo, senza fare l'anello scortecciato...
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » dom feb 07, 2021 12:57 pm

Quindi tu diresti di tagliare quel ramo che ora è rimasto a destra nell'ultima foto e di innestarlo dove ora c'è la curva ovvero al posto del taglio che farei.

L'eventuale innesto lo farei come detto prima, ovvero con trapano? l'innesto prenderebbe subito? l'eventuale margotta in caso facessi questa operazione di taglio/innesto quando la potrei fare in sicurezza?
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » dom feb 07, 2021 9:00 pm

Stavo leggendo un po in giro e credo che qui la cosa vada molto ragionata.
Gli innesti da quello che ho capito vanno fatti con il foro passante, ma per fare questo devo avere delle piante della stessa specie. Queste piante della stessa specie le dovrei ottenere eventualmente da talee da questa e da quello che ho letto non è semplicissimo, ma non impossibile.

Quindi credo che per quest'anno posso iniziare a tagliare qualche ramo in alto a destra e tentare subito qualche talea, altre ne potrei fare questa estate su quei getti particolarmente vigorosi. Poi potrei provare a fare la margotta, con il metodo più semplice e sicuro per la pianta che immagino che sia tramite stringimento del tronco. Corretto?

In tal caso dovrei procedere mettendo un filo intorno al tronco stringendolo (di quanto?) e quindi ricoprire tutto con terriccio ed aspettare che si formino le radici (quanto tempo ci vorra?). Il prossimo anno di questo tempo potrei staccare la margotta e rincasare in vaso nuovo?

Mi servirebbe proprio un club dalle mie parte, ne ho trovato uno (castelli romani), ma non so quando faranno nuovamente gli incontri.
0

Piercosi
Messaggi: 1779
Iscritto il: sab set 09, 2017 10:46 am
Località: Camerata Picena (AN)

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da Piercosi » dom feb 07, 2021 9:07 pm

Ricominciamo daccapo... Rallenta...

L'innesto, o meglio, l'autoinnesto, lo farai nella prossima stagione, quando avrai fatto cresce due o tre getti lunghi che utilizzerai come innesti. Non ti servono né talee ne altre piante...

Hai già potato... Nn ho ben capito. Se non hai potato, utilizzi come primo ramo uno di quelli presenti sulla curva... Se hai potato, hai avuto fretta...! :)
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » dom feb 07, 2021 10:21 pm

Ricominciamo daccapo... Rallenta...

L'innesto, o meglio, l'autoinnesto, lo farai nella prossima stagione, quando avrai fatto cresce due o tre getti lunghi che utilizzerai come innesti. Non ti servono né talee ne altre piante...
E fino qui tutto chiaro
Hai già potato... Nn ho ben capito.
No non ho potato, devo capire bene cosa devo fare :D
Se non hai potato, utilizzi come primo ramo uno di quelli presenti sulla curva... Se hai potato, hai avuto fretta...! :)
Acero_PrimaPotatura_v1.jpeg
quindi se ho capito bene, ora al massimo taglio qualche ramo che dovrebbe essere di troppo (linea rossa?) lasciando il ramo cerchiato in fucsia. Con quello che taglio provo a fare una talea... caso mai uscisse :lol:
Il ramo di destra in basso a questo punto lo lascio o lo tolgo, che sinceramente così come sta è un po bruttino.
Il "problema" se così si può dire è che sul ramo centrale cerchiato di giallo parte un altro ramo che va verso il retro della pianta, ma in effetti anche quello è un po bruttino...

Il resto è potatura di "mantenimento": vorrei accorciare ad 1 gemma (coppia) in apice e a 2 coppie il basso.

I rami che devo fare crescere per fare l'innesto il prossimo anno a questo punto deve partire dal lato opposto dove devo far uscire il ramo (corretto?). Però se lascio il ramo di destra cerchiato di fucsia, serve ancora l'innesto?

Se capisco bene cosa fare procedo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

V50SFede
Messaggi: 61
Iscritto il: dom set 15, 2019 11:52 am
Località: Tivoli

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da V50SFede » lun feb 08, 2021 8:18 am

Scusate se mi permetto ma mi sembra che stiamo andando un po' troppo di corsa con potature, innesti e impostazioni. Mi sembra di capire che questo sia per Stefanet il primo bonsai o poco più, in questo caso direi che un anno di coltivazione e osservazione delle necessità della pianta sia più indicato, con l'unico intervento secondo me di dare una sfoltita nelle zone con maggior numero di rami che partono dallo stesso punto per evitare futuri rigonfiamenti, anche perché si tratta di una latifoglia che io gradisco con un aspetto più cespuglioso piuttosto che a palchi tipo ginepro. Tutt'al più toglierei i rami sulla sinistra sopra il secondo tronco se si trovano esattamente sopra di lui per dargli più luce e metterlo in risalto, potrebbero però trovarsi dietro, dalla foto bidimensionale non si capisce, in questo caso niente.
In generale poterei la chioma per dargli una forma grossomodo triangolare e stop, magari senza toccare il secondo tronco per fargli prendere un po' si forza e diametro.
Anche per la base piuttosto di una margotta valuterei se col tempo le radici riescano ad ingrossare la base, al limite si interra un po' di più senza margottare, perché credo sia una posizione abbastanza scomoda.
Si potrebbe pure provare a strozzare la zona col filo per farla callare ed ingrossare, ma non ho mai provato e non so come si fa, ho visto però che è possibile.
0

stefanet
Messaggi: 144
Iscritto il: mar mag 22, 2018 12:19 pm
Località: Roma

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da stefanet » lun feb 08, 2021 1:04 pm

Non sono proprio un neofita, ma poco ci manca... ho esperienze di coltivazione per altri tipo di piante (peperoncini e piante da frutto...).
Vorrei fare la cosa migliore per la pianta e anche in modo di portarla avanti nel modo corretto. Infatti non sto partendo di mia iniziativa e sto chiedendo consiglio a voi.

Se vedo che le cose vanno "troppo per le lunghe", nel senso che se non sono convinto di quello che devo fare, faccio una potatura standard e faccio tutto il prossimo anno.

Magari inizio solo con il togliere qualche ramo che effettivamente è di troppo, come ad esempio il ramo nel segno rosso e qualcosa sulla sinistra per libera il ramo in basso come tu giustamente affermi.
0

Avatar utente
Mandrake
Messaggi: 172
Iscritto il: mer mag 22, 2019 9:11 pm
Località: L 'Aquila

Re: Acero: ultimo arrivato

Messaggio da leggere da Mandrake » lun feb 08, 2021 2:40 pm

Se fosse mia farei esattamente quello che ti ha detto V50sfede, mi limiterei alla semplice coltivazione e ad aggiustare la pianta . Prima cosa toglierei qualche ramo secco e con le potature mirerei a creare una buona ramificazione , cercando di accorciare gli internodi, ove possibile. La parte destra della pianta ha rami che crescono nella stessa direzione e sovrapposti , darei una aggiustata li selezionandoli con le potature, il resto aspetterei a farlo. Stessa cosa vale per la parte sinistra. Poi personalmente a me piace anche così , certo da aggiustare e definire bene la forma , tagliando in alcune zone , ma a mio gusto è carina
0

Rispondi