Il mio primo Itoigawa

Domande e risposte sui problemi che si possono incontrare durante la lavorazione dei bonsai.
Aiutiamoci vicendevolmente!!!
Forum per coltivazione a livello base
max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » sab giu 06, 2020 4:54 pm

Ciao a tutti,
oggi sono venuto in possesso del mio primo esemplare di Itoigawa!!
Era parecchio tempo che ne cercavo uno ad un prezzo accessibile, per un neofita come me.
Non volevo spendere troppo, visto che ho poca esperienza e quindi un po' di timore di fare disastri!!
Ho trovato questa bella piantina grazie a un ragazzo che abita nella mia zona e che per problemi di spazio sta cedendo alcuni esemplari davvero carino. Già che c'ero, ho preso anche una azalea di cui parlerò in altro post!
Ecco alcune foto dell'Itoigawa, è piccolo ma secondo me interessante per il movimento.
Volevo subito chiedervi qualche consiglio, a partire dal vaso che mi sembra piccolo, visto che il mio desiderio è quello di farlo crescere, non tenerlo shonin.
Secondo voi è il caso di fare un falso rinvaso ora? Il ragazzo che me lo ha ceduto mi ha suggerito di metterlo così com'è, con il vasetto, in uno più grande e riempire intorno di akadama e pomice.
Accetto consigli anche sull'eventuale impostazione.
Grazie.
Un saluto.
Max
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

Diego92
Messaggi: 1185
Iscritto il: mar apr 28, 2015 9:48 pm
Località: Vicenza

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Diego92 » sab giu 06, 2020 7:18 pm

Ciao, se il tuo intento è quello di farlo crescere allora dovresti fare un falso rinvaso in una ciotola più grande. Però solo se riesci a farlo senza sfaldare la zolla. Magari prova a rompendo piano piano il vaso
0

santiago
Messaggi: 379
Iscritto il: ven feb 20, 2009 11:18 pm
Località:

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da santiago » sab giu 06, 2020 8:23 pm

Ciao anche io concordo con il farlo irrobustire 3 4 anni in terra x ricavarne una pianta elegante, tipo seconda foto ed utilizzare il primo ramo a destra x costruire un simil bunjin.....
0

max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » sab giu 06, 2020 9:59 pm

Grazie dei primi consigli, vado eventualmente con akadama + pomice, come con gli altri ginepri?
È superfluo mettere il vaso in uno più grande e aggiungere akadama e pomice intorno al vasetto, per evitare di stressato, e poi fare il rinvaso più in là?
Grazie.
Saluti.
Max
0

Avatar utente
Pablonsai
Messaggi: 442
Iscritto il: sab set 28, 2019 8:35 pm
Località: Monza

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Pablonsai » sab giu 06, 2020 10:56 pm

È superfluo mettere il vaso in uno più grande e aggiungere akadama e pomice intorno al vasetto?
Non avrebbe senso. Se fai un falso rinvaso ok, ma mettere un vaso piccolo in un vaso più grande aggiungendo terriccio intorno al vaso piccolo è inutile.
0

Piercosi
Messaggi: 1410
Iscritto il: sab set 09, 2017 10:46 am
Località: Camerata Picena (AN)

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Piercosi » dom giu 07, 2020 5:36 am

E comunque, operando un falso rinvaso, non arrechi alcuno stress...
0

Diego92
Messaggi: 1185
Iscritto il: mar apr 28, 2015 9:48 pm
Località: Vicenza

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Diego92 » dom giu 07, 2020 12:39 pm

Grazie dei primi consigli, vado eventualmente con akadama + pomice, come con gli altri ginepri?
È superfluo mettere il vaso in uno più grande e aggiungere akadama e pomice intorno al vasetto, per evitare di stressato, e poi fare il rinvaso più in là?
Grazie.
Saluti.
Max
Sarebbe come avere una villa e poter entrare solo su una stanza.
Se le radici non hanno accesso al vaso grande non ha alcun senso farlo
0

max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » sab giu 13, 2020 9:40 pm

Ciao a tutti,
questa mattina ho notato che il mio piccolo Ito sembrava un po' sofferente, aveva le nuove "frecce" un po' flosce. Il terreno era un po' secco, del resto le dimensioni del vaso non aiutavano a capire se l'acqua fosse sufficiente e anche perché, nonostante il substrato fosse in akadama, sembrava molto compatta.
Così mi sono deciso, dopo i suggerimenti ricevuti, e ho operato il falso rinvaso, senza toccare il pane radicale. Ho usato una ciotola piuttosto grande e ho aggiunto pomice + akadama (50%+50%) sul fondo e intorno e solo akadama in superficie.
Qui alcune foto.
Ora volevo chiedervi se devo tenere qualche accortezza particolare oppure no.
Un'altra curiosità, che esposizione vuole l'Itoigawa? Può essere considerato come un normale ginepro?
Grazie a tutti.
Max
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
0

Avatar utente
Pablonsai
Messaggi: 442
Iscritto il: sab set 28, 2019 8:35 pm
Località: Monza

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Pablonsai » dom giu 14, 2020 8:39 am

Dalle foto sembra che il nuovo vaso sia molto più basso rispetto al precedente. Se è così non credo che tu sia riuscito a fare un vero e proprio falso rinvaso. Sei riuscito ad inserire il pane radicale così com'era o l'hai dovuto manomettere, magari abbassandolo?
0

max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » dom giu 14, 2020 10:26 am

Ciao Pablonsai,
forse è l'impressione del vaso precedente che sembrava più alto, o quello attuale più basso, comunque non ho toccato nulla, ho lasciato tutto com'era e sono riuscito a mettere anche un po di pomice sul fondo.
Devo tenere qualche accortezza particolare, tipo non concimare per un po', o tenere all'ombra, nebulizzare la chioma?
Grazie.
Saluti.
Max
0

Avatar utente
Psycho_alchemist
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: mer mag 06, 2015 10:17 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Psycho_alchemist » lun giu 15, 2020 10:02 am

Fossi in te metterei in pieno sole e concimerei blandamente.
Non farei grandi operazioni ora, soprattutto se vuoi far crescere.
Magari fila i primari per indirizzarli e fatti un'idea di massima del disegno futuro,ma senza andare in dettaglio ora.

Vedo purtroppo un difetto comune, ovvero il tronco profondamente segnato dal filo.
Succede spesso che queste talee si impostino e il filo vada a segnare se non rimosso per tempo.
Attenzione perche sono tutte cicatrici, e formando callo la parte diventerà più rigida.
Se andrai a piegare un domani fai molta attenzione, perchè sarà facile che si spezzi lungo questi punti.
0

max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » lun giu 15, 2020 11:03 am

Grazie Psycho!!!
Aspettavo un tuo autorevole commento sul mio nuovo piccolo Ito.
Caspita, sai che non avevo pensato al fatto che fosse stato il filo a segnale il tronco principale.
La persona che me lo ha ceduto, mi ha detto che era stato lui a fare quello shari .... quindi potrebbe essere che abbia pensato di utilizzare il segno lasciato del filo trasformandolo in uno shari? Oppure mi ha detto una panzana per cammuffare il difetto?
Cosa intendi per concimare blandamente? Farlo meno spesso o farlo con concimi più blandi?
Al momento ho il Prodigy Plus e il Bonsan liquido (blando), quale dei due va meglio?
Secondo te è utile nebulizzare ogni tanto, se si, con che cadenza e a che ora (mattina/sera)?
Ultima cosa, ho visto qualcuno, anche sul forum, che rimuove la corteccia superficiale, a cosa serve?
Grazie.
Un saluto.
Max
0

Avatar utente
Pablonsai
Messaggi: 442
Iscritto il: sab set 28, 2019 8:35 pm
Località: Monza

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Pablonsai » lun giu 15, 2020 11:40 am

Ok max! come al solito le foto ingannano. :wink:
0

max_u
Messaggi: 261
Iscritto il: ven ott 04, 2019 7:52 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da max_u » lun giu 15, 2020 1:01 pm

Grazie anche a te Pablonsai per i consigli.
Saluti.
Max
0

Avatar utente
Psycho_alchemist
Moderatore
Messaggi: 3522
Iscritto il: mer mag 06, 2015 10:17 am
Località: Milano

Re: Il mio primo Itoigawa

Messaggio da leggere da Psycho_alchemist » lun giu 15, 2020 2:32 pm

Se ha filato lui allora ha lasciato troppo tempo il filo, e poi magari rimuovendolo ha strappato un po'la corteccia. Succede, probabile che abbia poi sistemato alla bell'e meglio per cercare di rimediare.
Per carità non è un problema, coi ginepri te li sistemi come vuoi nel tempo.

Concimazioni blande nel senso di non mettere carriolate di prodigy plus, ma una concimazione sensata.
Hai fatto un falso rinvaso, per cui concime distribuito sul perimetro esterno del vaso per favorire l'esplorazione delle nuove radici che usciranno dal ceppo.

Per la corteccia, nei ginepri si toglie per motivi estetici, così il rosso vivo della vena risalta contro il bianco del secco (spesso si lucida anche con spugnetta e olio prima delle mostre).
Esiste anche un motivo pratico, togliendo la corteccia vedi molto meglio la vena come muove, dove gonfia, e ti aiuta ad identificare quale vena alimenta quale ramo, in modo che facendo potature grosse eviti di far seccare quella bella vena che passa sul fronte... ;)
0

Rispondi