Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Forum con argomenti di livello avanzato.
Solo gli UTENTI REGISTRATI possono accedere a questo forum.
Vai alla pagina del Login oppure Registrati
Regole del forum
Gli Argomenti di scarso rilievo, verranno rimossi o spostati senza alcun avviso
Avatar utente
Yoshio
Messaggi: 1121
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:35 pm
Località: Mira - Venezia
Contatta:

Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Yoshio » ven mag 26, 2017 11:08 am

Ciao ragazzi! Ho pensato fosse interessante condividere con voi la lavorazione fatta a questo materiale raccolto svariati anni fa.
Il Ginepro Sabina in questione è stato rinvasato due anni fa e fu rimossa completamente la terra d'origine ma la pianta risultava ancora "vergine" e non impostata.
Ecco la pianta come si presentava prima della lavorazione:

sabina vergine.jpg


dopo la prima valutazione della pianta è apparso subito evidente che era importante mettere in luce il secco naturale sul fronte:

secco fronte.jpg


come altrettanto importante era la parte che sale a destra (che molti avrebbero eliminato perdendo una bellissima vela di secco naturale e la vena corrispondente che si vede dal fronte (quella di sinistra, alla base che vedete segnata con freccia rossa nelle foto):

veletta.jpg


vena portante.jpg


vena portante 2.jpg


Quindi le operazioni per modellare ed abbassare il ramo a salire sulla destra sono state due; la scosciatura del ramo verso il basso con conseguente "craccatura" molto naturale del secco (come se fosse stato rotto dal peso della neve) e lo svuotamento della parte finale del ramo che opponeva molta resistenza e per metà era secco:

ramo craccato 2.jpg


ramo svuotato.jpg


Altra valutazione che è stata fatta allora è che portando giù la massa vegetativa di destra, il peso ottico di quella a "cascata" a sinistra andava eliminato anche per assottigliare la vena viva principale.

Eliminata la parte di sinistra la cui vena corrispondente (sul retro) era questa:

vena retro.jpg


si è andati ad eliminarla raccordando il secco a strappo:

secco strappo.jpg


Come ultima cosa è stato portato su un ramo che scendeva a sinistra per ricostruire l'apice, con una bella piega e contropiega per spezzare l'asse visivo!

Se volete vedere la lavorazione in fast forward e il risultato finale potete trovare il video a uno di questi due link:

https://www.facebook.com/LagunaBonsaiSt ... 237164334/
https://www.youtube.com/watch?v=32wrvESjvCs

Grazie ragazzi per l'attenzione e spero sia di spunto per le vostre lavorazioni! :D
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Faske
Messaggi: 32
Iscritto il: ven giu 10, 2016 7:56 pm
Località: Lainate (MI)

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Faske » ven mag 26, 2017 3:36 pm

Ciao Yoshio,
bella esemplare, lavorazione molto interessante ma soprattutto complimenti per come l'hai portata ad un ottimo stato di salute e vigore prima della lavorazione.

Avatar utente
fillo
Messaggi: 467
Iscritto il: gio lug 31, 2014 8:24 am
Località: Bologna

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda fillo » sab mag 27, 2017 8:44 pm

Grandi ragazzi! Bella lavorazione tecnica :)

Avatar utente
Ivo Saporiti
Messaggi: 9521
Iscritto il: gio lug 05, 2001 11:49 pm
Località: Tradate (VA)
Contatta:

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Ivo Saporiti » sab mag 27, 2017 8:54 pm

Tanta bella tecnica! Del topica cosi, tirano su l'entusiasmo

Avatar utente
Yoshio
Messaggi: 1121
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:35 pm
Località: Mira - Venezia
Contatta:

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Yoshio » dom mag 28, 2017 8:29 pm

Grazie ragazzi! Infatti adoro le piante piú "complesse" perchè permettono l'applicazione di diverse tecniche e sopratutto insegnano sempre e mantengono allenati :wink: è sempre bello partire da materiali "vergini"

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Psycho_alchemist
Messaggi: 1293
Iscritto il: mer mag 06, 2015 10:17 am
Località: Milano

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Psycho_alchemist » lun mag 29, 2017 8:51 am

In effetti la prima impostazione è sempre un emozione, bella la pianta e anche il lavoro fatto!

Avatar utente
gabriele93
Messaggi: 1458
Iscritto il: lun giu 02, 2014 9:43 am
Località: Pienza (siena)

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda gabriele93 » lun mag 29, 2017 10:24 am

Concordo con gli altri, partire dal materiale vergine, magari anche farsi un bel rinvaso preparatorio e portarlo in vigore per il primo step è quello che per me significa ad oggi fare bonsai :-)
Tante belle tecniche, anch'io spero di metterle in pratica prossimamente :-)

Avatar utente
Yoshio
Messaggi: 1121
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:35 pm
Località: Mira - Venezia
Contatta:

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Yoshio » lun giu 19, 2017 1:13 pm

Vi do un aggiornamento a circa un mese dagl' interventi.
Nonostante le piege siano state belle forti, sopratutto nella parte di destra dove si è andato a svuotare il ramo, la pianta ha reagito bene. Ha mantenuto la vigoria e non ha scartato nessun ramo perchè è rimasta in mezz'ombra e nebulizzata ogni giorno (inizialmente un paio di volte al giorno e ora una volta al giorno).
A fine mese verrá gradualmente esposta al sole :wink:ImmagineImmagineImmagineImmagine

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Ivo Saporiti
Messaggi: 9521
Iscritto il: gio lug 05, 2001 11:49 pm
Località: Tradate (VA)
Contatta:

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Ivo Saporiti » lun giu 19, 2017 9:36 pm

Ottima reazione! Il bello di ste piante, è che soffrono meno se le svuoti e le pieghi in 2, piuttosto che se vai a filare di fino.
Comunque bella risposta, data anche dal buon periodo di lavorazione

Avatar utente
Yoshio
Messaggi: 1121
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:35 pm
Località: Mira - Venezia
Contatta:

Re: Primo step a un Ginepro Sabina raccolto

Messaggio da leggereda Yoshio » mar giu 20, 2017 8:34 pm

Anche secondo me il periodo è stato cruciale per la buona riuscita. Ho auto piú difficoltá con lavorazioni fatte in inverno che con lavorazioni fatte nei periodi in cui la pianta puó rispondere con un adeguata crescita e puó assorbire adeguatamente tutte le sostanze nutritive.

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk


Torna a “Il forum dedicato Discovery di Bonsaiclub.it”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Cassandra, chelino80, sandra e 7 ospiti